Poesie Italiane, poesie, racconti, canzoni e massime, qui puoi inserire le tue poesie oppeure leggere le poesie di tantissimi autori, poesie famose del passato, poesie d'amore
Google

Ricerca personalizzata

 
 

Sezione "Poesieitaliane.it"

ID Testo:

ID Autore:

Full Text:

Sezione "Un occhio al passato"

ID Testo:

ID Autore:

Full Text:

 

Le poesie del passato

Il sabato del villaggio - Giacomo Leopardi

Giacomo Leopardi

(ID Autore: 1)

 

 

Il sabato del villaggio

(ID Testo: 6)

 

Scritta nel 1829
Inserita il 17/09/2007

Autore: Giacomo Leopardi

Pagina vista 33405 volte negli ultimi 2846 giorni, con una media di 352 volte al mese.

La donzelletta vien dalla campagna,
in sul calar del sole,
col suo fascio dell'erba; e reca in mano
un mazzolin di rose e di viole,
onde, siccome suole,
ornare ella si appresta
dimani, al dì di festa, il petto e il crine.
Siede con le vicine
su la scala a filar la vecchierella,
incontro là dove si perde il giorno;
e novellando vien del suo buon tempo,
quando ai dì della festa ella si ornava,
ed ancor sana e snella
solea danzar la sera intra di quei
ch'ebbe compagni dell'età più bella.
G ià tutta l'aria imbruna,
torna azzurro il sereno, e tornan l'ombre
giù da' colli e da' tetti,
al biancheggiar della recente luna.
Or la squilla dà segno
della festa che viene;
ed a quel suon diresti
che il cor si riconforta.
I fanciulli gridando
su la piazzuola in frotta,
e qua e là saltando,
fanno un lieto romore:
e intanto riede alla sua parca mensa,
fischiando, il zappatore,
e seco pensa al dì del suo riposo.

Poi quando intorno è spenta ogni altra face,
e tutto l'altro tace,
odi il martel picchiare, odi la sega
del legnaiuol, che veglia
nella chiusa bottega alla lucerna,
e s'affretta, e s'adopra
di fornir l'opra anzi il chiarir dell'alba.

Questo di sette è il più gradito giorno,
pien di speme e di gioia:
diman tristezza e noia
recheran l'ore, ed al travaglio usato
ciascuno in suo pensier farà ritorno.

Garzoncello scherzoso,
cotesta età fiorita
è come un giorno d'allegrezza pieno,
giorno chiaro, sereno,
che precorre alla festa di tua vita.
Godi, fanciullo mio; stato soave,
stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo'; ma la tua festa
ch'anco tardi a venir non ti sia grave.

 

 

 

 

Anche se non sei un utente registrato, puoi comunque dire la tua su questa poesia.
Viceversa fai il Login, potrai interagire più velocemente
e vedere Subito il tuo commento on line.

I dati compariranno accanto al commento così come li inserisci qui.

 

Tuo nome:
(solo il nome oppure il nome e il cognome)

Età:
(la tua età in cifre numeriche)

Provincia di residenza:
(per cortesia non inserire la sigla)

Scrivi il tuo commento:
(non più di 1.000 caratteri)

À

È

Ì

Ò

Ù

CC

  Vocali Maiuscole accentate + Conta Caratteri

 

NB: Solo il commento è obbligatorio

La redazione di poesieitaliane.it si riserva il diritto inderogabile di pubblicare oppure no il commento qui inserito. Non verranno presi in considerazione i commenti non educati o privi del senso della misura.

antispam

Inserisci il codice che vedi qui a sinistra
maiuscolo o minuscolo non importa

Scegli:

 

 

condividi su Facebook
Condividi su Facebook

Se questo testo ti è piaciuto, clicca il +1 !

 

Linka questa pagina al tuo sito / blog / social network

 

 
 
 
 

Altri testi di Giacomo Leopardi

 
 
 
 

 

poesie italiane - il sito web poetico dedicato agli amici poeti e scrittori professionisti e non

s.o.s.tienici!!! - prima pagina - inserire / gestire testi, ecc. - articoli - contatti - cerca autori - cerca testi
cerca testi (full text) - ricerca avanzata - tutte le poesie - tutti i mini racconti - tutti i testi canzoni - tutte le massime - tutti gli autori
un occhio al passato - mappa - domande frequenti - concorsi letterari - avvisi
collabora - pubblicità - giochi on line gratis

ATTENZIONE

Le leggi che regolano il diritto della proprietà d'autore in Italia e nel Mondo, tutelano tutto il materiale che è pubblicato nel presente sito web.
È quindi assolutamente vietata qualsiasi indebita appropriazione anche solo di porzioni di testo o di immagini o di altri contenuti.

È assolutamente VIETATO utilizzare in qualsiasi forma ed in qualsiasi modo anche solo piccole porzioni di opere qui pubblicate senza l'assenso esplicito dei rispettivi autori.

Tutti i diritti riservati © 2004 - 2015 A.F.S.I. Servizi Informatici Torino copyright.

Utilizza la pagina dei contatti per comunicarci dubbi, suggerimenti, critiche o richiederci ulteriori info di ogni genere.

Se vuoi leggere come vengono trattati i dati dei nostri utenti, allora segui il link: Info su privacy e dati sensibili